Cittadino americano condannato per aver eventualmente finanziato il terrorismo con Bitcoin

15 mar 2020 alle 15:19 // News

C'è un'altra frase relativa al bitcoin negli Stati Uniti

Un cittadino degli Stati Uniti di nome Zoobia Shahnaz rischia una condanna a 13 anni per tentativi di finanziare l'ISIS con bitcoin. Per raggiungere il suo obiettivo, ha cercato di frodare diverse istituzioni finanziarie giganti tra cui American Express, Chase e Discover.


La sua difesa si è opposta alla sentenza affermando che la signora Shahnaz stava donando denaro per aiutare i rifugiati siriani. Tuttavia, un tribunale federale degli Stati Uniti alla fine ha deciso di sostenere l'accusa.


L'uso illegale è diventato uno dei maggiori problemi criptovaluta aveva affrontato sin dall'inizio. A causa della sua natura decentralizzata e anonima, è quasi impossibile identificare le persone che hanno effettuato una transazione. Questo è il motivo per cui molti paesi hanno obbligato gli scambi di criptovaluta a conformarsi alle norme AML e KYC per evitare che i loro servizi venissero utilizzati a scopi criminali.


Criptovaluta I criminali ottengono ciò che meritano


Nonostante alcuni rappresentanti della comunità delle criptovalute pensino che le regole deformino l'idea originale della valuta digitale, sembrano fruttuose, poiché sempre meno criminali riescono a cavarsela con le loro azioni.


Recentemente, coinidol.com, un punto vendita mondiale di blockchain, ha riferito che la polizia arrestato un cittadino degli Stati Uniti da Washington DC per riciclaggio di denaro sporco utilizzando la piattaforma di trading LocalBitcoins. Secondo i dati ufficiali, al momento dell'arresto, il criminale ha già riciclato circa $ 140,000 in contanti.


Altri paesi riescono anche a combattere il crimine legato alla criptovaluta. La polizia metropolitana di Tokyo ha arrestato due uomini collegati con $ 580 milioni incidere di scambio di criptovaluta CoinCheck. Entrambi possedevano la criptovaluta NEM che era stata rubata dallo scambio, pienamente consapevole di questo fatto. La polizia ha dichiarato di essere riuscita a catturare i criminali grazie alla tracciabilità delle transazioni di criptovaluta sulla blockchain, nonché a migliori politiche di scambio del KYC.

Fonte: https://coinidol.com/financing-terrorism-bitcoin/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.