Yang in the Oval Office è l'unica possibilità per Bitcoin di raggiungere la massa critica

  • Yang: le criptovalute hanno bisogno di "un quadro nazionale".
  • Gli Stati Uniti sono in ritardo nell'innovazione crittografica.
  • Yang potrebbe essere l'unica possibilità dei bitcoin all'adozione di massa.

Per bitcoin e altre criptovalute per sbloccare il loro pieno "potenziale", è necessario un approccio olistico alla regolamentazione delle criptovalute. Questo è secondo il promettente presidente presidenziale americano Andrew Yang del 2020, che ha presentato un altro argomento rialzista a favore delle criptovalute.

In un recente intervista a Bloomberg, Yang ha osservato che le criptovalute hanno un "alto potenziale" per il successo e che gli Stati Uniti dovrebbero dedicare più tempo a investire in esse.

Indipendentemente dal suo ottimismo, Yang mette in guardia sul fatto che l'attuale "miscuglio" della regolamentazione crittografica - diffusa com'è attualmente in più giurisdizioni - sta impedendo l'adozione, l'innovazione e gli investimenti. Yang afferma che la regolamentazione consolidata è la chiave per l'adozione di massa:

Dobbiamo avere un insieme uniforme di regole e regolamenti sull'uso della criptovaluta a livello nazionale. Perché in questo momento siamo bloccati con questa confusione di trattamenti stato per stato ed è un male per tutti. È un male per gli innovatori che vogliono investire in questo spazio.

Per Yang, la mancanza di ordinanza alleata rappresenta l'ostacolo più significativo per le criptovalute ed esclude l'America come concorrente in questo mercato emergente.

Il candidato democratico sostiene un approccio regolatorio che trascende le restrizioni giurisdizionali. Una strategia coerente non solo semplificherebbe il lavoro delle agenzie di regolamentazione, ma legittimerebbe ulteriormente il settore, standardizzando le norme e i regolamenti crittografici e facilitando ulteriormente gli investimenti e l'adozione.

Un leader in tutto tranne Crypto

L'industria delle criptovalute ha bisogno di una revisione normativa affinché avvenga l'adozione di massa, sostiene Yang. | Immagine: shutterstock.com

Il panorama normativo statunitense per le criptovalute è particolarmente irregolare. Per un paese che si vanta come leader nell'integrità del mercato globale, l'America è praticamente in disparte quando si tratta di una legislazione crittografica efficace.

Un gran numero di agenzie in lotta per il dominio regolamentare ha lasciato il mercato in ginocchio, ostacolando l'innovazione e la crescita.

Per esempio, mentre la SEC è preoccupata per la classificazione di specifiche criptovalute, l'IRS li distingue tutti come "Proprietà ai fini fiscali federali degli Stati Uniti" e la CFTC considera le materie prime digitali come l'oro e l'argento. Questa mancanza di uno standard lascia le aziende accecate, incapaci di conformarsi.

Il più grande stigma di Bitcoin

Che sia giusto o no, la criminalità cripto è stata a lungo considerata uno stigma che oscura l'industria nascente. Nel 2019, rapporti multipli da varie società di analisi blockchain ha sottolineato quanto sia diffusa la criminalità all'interno dell'ecosistema crittografico. Mentre i ricercatori hanno osservato che l'attività nefasta è solo un calo rispetto alle dimensioni del mercato, la manipolazione, la frode e le truffe rappresentano ancora una barriera significativa per l'ingresso degli investitori.

Infatti, un Rapporto 2020 sullo stato del crimine crittografico—Emesso dalla società di analisi delle criptovalute, Chainaylisis — ha scoperto che l'uso di bitcoin da parte dei criminali darknet era raddoppiato dal 2018 al 2019. Tuttavia, ciò rappresentava solo lo 0.08% delle transazioni totali di bitcoin lo scorso anno.

Tuttavia, le truffe crittografiche sono salite alle stelle nel 2019, minacciando di mettere a repentaglio la protezione dei consumatori e, di conseguenza, l'adozione.

Truffe, ponzi e altri misfatti stanno trattenendo il bitcoin. | Fonte: Chainalysis

Secondo il rapporto, questo è un problema che solo una regolamentazione adeguata può risolvere:

Le truffe in criptovaluta rappresentano un pericolo significativo per la protezione dei consumatori e la crescita di questa attività nel 2019 richiede un maggiore intervento da parte delle autorità di regolamentazione, delle forze dell'ordine e degli scambi.

Yang Bitcoin è l'unico colpo alla redenzione?

Andrew Yang sulla "ricchezza di potenziale" della blockchain. | Fonte: Twitter

Yang è potenzialmente una delle più grandi criptovalute e sostenitori della blockchain a cui una campagna presidenziale americana abbia mai assistito. Il candidato democratico ha attivamente e sfacciatamente parlato sull'argomento in più di un'occasione. Invece di rifuggire dall'argomento in qualche modo divisivo, Yang ha scelto di abbracciarlo.

Nella sua quadro per la politica patrimoniale digitale e la protezione dei consumatori, Yang sottolinea l'importanza di uniformità, chiarimenti e riforme normative:

Gli investimenti in criptovalute e risorse digitali hanno ampiamente superato i nostri quadri normativi negli Stati Uniti. Dovremmo far sapere agli investitori, alle aziende e agli individui quale paesaggio e trattamento andranno avanti per sostenere l'innovazione e lo sviluppo. La blockchain ha un grande potenziale.

Le linee guida di Yang suggeriscono di creare una chiara definizione di quali agenzie federali hanno il potere regolatorio sul mercato delle criptovalute, illuminando regole distinte sotto "un quadro nazionale".

Se il bitcoin e la più ampia industria delle criptovalute devono davvero proliferare, è necessario adottare una regolamentazione adeguata e unificata. Probabilmente, Yang è l'unico in grado di provocare quel cambiamento.

Dichiarazione di non responsabilità: le opinioni espresse in questo articolo non riflettono necessariamente le opinioni di CCN.com.

Questo articolo è stato modificato da Sam Bourgi.


Fonte: https://www.ccn.com/yang-in-oval-office-is-bitcoins-only-chance-reaching-critical-mass/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.