La blockchain può aiutare le forze dell’ordine mantenendo la privacy e la fiducia del pubblico? Il nuovo ebook spiega come

La blockchain può aiutare le forze dell’ordine e il sistema giudiziario a rimanere al passo con le trasformazioni digitali nella società in generale. Lo fa in un modo che aumenta la fiducia e la trasparenza in una rete aperta e scalabile progettata per promuovere efficienza e collaborazione.

Un nuovo ebook della BSV Association intitolato “Innovating Justice: Leveraging Blockchain Technology for the Future of Law Enforcement”, scritto dal famoso sostenitore Bryan Daugherty, è l’ultimo di una serie che presenta nuovi casi d’uso per le applicazioni della tecnologia blockchain in un altro libro ancora da vedere. campo che deve essere completamente esplorato.

Il titolo dell'ebook non sarà accolto favorevolmente da coloro che pensano che la blockchain serva a "evitare la giustizia". Ma questo è un segno di come la discussione sulla tecnologia sia maturata negli ultimi quindici anni. Ricordate, qualsiasi sistema che consenta l’anonimato totale per gli individui cede tale potere anche a funzionari corrotti e alla criminalità organizzata. E se i governi e le forze dell’ordine vogliono una maggiore trasparenza per i cittadini comuni, le stesse condizioni devono applicarsi anche a loro.

Il concetto di Blockchain di un registro della verità universale con timestamp rende tutto ciò ancora più possibile.

L'Associazione BSV e SmartLedger hanno prodotto un video opportunamente drammatico per spiegare le basi:

Video YoutubeVideo Youtube

Come osserva Daugherty nell’introduzione, “La trasparenza e la responsabilità costituiscono il fondamento della fiducia pubblica nelle forze dell’ordine”. Le nuove tecnologie hanno aumentato le capacità di lotta alla criminalità ma hanno anche creato nuove complessità nella gestione di montagne di dati, nella comunicazione tra giurisdizioni e nelle questioni relative alla privacy.

“Queste complessità si applicano tanto al pubblico in generale quanto alle agenzie governative”.

Il libro è composto da 15 pagine facilmente digeribili e copre sette argomenti principali:

  • Sicurezza e integrità delle prove legali
  • Scambio di informazioni e collaborazione
  • Gestione dell'identità e dei dati personali
  • Automazione, responsabilità e governance interna
  • Coinvolgimento pubblico e sicurezza della comunità
  • Approcci innovativi alle forze dell’ordine
  • Integrazione di IPv6 e blockchain

Proprio come la blockchain può tracciare il progresso delle merci attraverso una catena di fornitura commerciale, i suoi record immutabili con timestamp possono proteggere i processi giudiziari. Questi includono prove sulla scena del crimine e analisi forensi/frode, soffiate anonime (ma ancora verificabili), segni di manomissione, registrazione di sequestri di beni ed esecuzione di mandati di arresto, il tutto attraverso procedimenti giudiziari, comprese testimonianze di testimoni e condanne.

La natura aperta della blockchain di BSV consente un maggiore accesso da parte di parti diverse interessate a risolvere casi o controllare i record, risparmiando tempo in situazioni in cui queste informazioni possono essere critiche. Ciò funziona anche oltre i confini statali e nazionali. Tieni presente che le transazioni blockchain e i dati archiviati possono sempre essere crittografati per limitare l'accesso solo a coloro autorizzati a visualizzarli.

I difensori della privacy (giustamente) si oppongono a maggiori intrusioni sotto forma di sorveglianza e registrazioni di identità biometriche. Tuttavia, la blockchain può proteggere questi record proprio come protegge le prove, consentendo la verifica dell’integrità dei dati senza rivelare informazioni personali. Rende anonime le informazioni nelle situazioni in cui ciò è richiesto, come la protezione dei testimoni e il monitoraggio delle attività di individui non direttamente coinvolti in un caso. Questi record aiutano inoltre a evitare che le informazioni sensibili cadano nelle mani sbagliate, limitando le opportunità di furto/frode di identità.

Inoltre, analogamente al monitoraggio della catena di fornitura, le forze dell’ordine possono sfruttare altre tecnologie emergenti per diffondere le informazioni più rapidamente. Questi includono dati provenienti da miliardi di dispositivi IoT, intelligenza artificiale (AI) per analisi predittive e comunicazioni Internet IPv6 (5G mobile o cablata).

Affinché una blockchain possa svolgere adeguatamente questi compiti, deve essere scalabile, veloce ed economica da usare. Come scrive Daugherty, "non tutte le blockchain sono uguali" e, ad oggi, solo BSV ha dimostrato tutte e tre queste capacità mantenendo la propria integrità con l'algoritmo di elaborazione dei dati Proof-of-Work (PoW) superiore.

Sei curioso di sentire i dettagli su come la blockchain raggiunge tutto questo? “Innovating Justice” è ora disponibile per il download gratuito qui sul sito web della BSV Blockchain Association.

Guarda: Utilizzo dei moderni progressi nella crittografia per migliorare la privacy dei dati: Owen Vaughan

Video YoutubeVideo Youtube

Nuovo alla blockchain? Dai un'occhiata alla sezione Blockchain for Beginners di CoinGeek, la guida definitiva alle risorse per saperne di più sulla tecnologia blockchain.

Fonte: https://coingeek.com/can-blockchain-help-law-enforcement-through-maintaining-privacy-public-trust-new-ebook-shares-how/