Nessuna blockchain necessaria, le risorse digitali si integrano con i servizi Web di Amazon

Con l'aumento popolarità delle aziende blockchain aziendali esiste anche un numero ragionevole di esperti di tecnologia che sostengono che tale decentramento non è sempre necessario. Questo è il database di contabilità quantistica di Amazon Web Services (QLDB). È stato annunciato per la prima volta in AWS re: Invent 2018 e rivolto alle organizzazioni che desiderano avere transazioni trasparenti, immutabili e verificabili crittograficamente su Amazon Web Services (AWS), ma senza la necessità di decentralizzazione e blockchain.

Chi non ha bisogno di una blockchain?

Bene, in molti casi di servizi finanziari, come l'emissione e la gestione valute digitali della banca centrale (CBDC) dove un libro mastro pubblico non è necessario e esiste un'unica autorità di governo che controlla i dati e il processo, non è necessario includere una blockchain basata sul consenso. Nel primo caso, abbiamo una banca centrale che gestirà e seguirà tutte le transazioni, e le attività digitali centralizzate e facilmente gestibili che rappresentano un'unità di conto si adattano perfettamente alla visione del denaro della banca centrale. Ora hanno liquidità come moneta decentralizzata che non può essere facilmente rintracciata, da cui la spinta per le risorse digitali centralizzate. Le cose possono diventare complesse quando si progettano tali sistemi e requisiti che vanno al di fuori del regno delle banche centrali, come nel caso del Giappone, ad esempio, dove PayPay e Rakuten Pay di SoftBank offrono incentivi migliori ai clienti rispetto ai tassi di interesse negativi della banca centrale.

Nei casi in cui non hai bisogno di una rete blockchain completamente decentralizzata, puoi comunque utilizzare la potenza di contratti intelligenti immutabili e programmabili, ma senza le complessità extra. DAML eccelle in questo. Astrarre il pesante sollevamento della crittografia e gestire uno stato distribuito, ti dà gli strumenti per concentrarti sulla tua applicazione e progetto.

DAML su Amazon Web Services

La combinazione dei poteri di DAML e Amazon Web Services è appena diventata possibile attraverso un'integrazione con la piattaforma Blockchain Technology Partners (BTP) chiamata Sestante per DAML. Utilizzando Amazon Quantum Ledger Database (QLDB) come memoria, hai praticamente il meglio di entrambi i mondi. I blocchi crittografati associati che vengono aggiunti solo in appendice come sequenza possono essere utilizzati insieme al linguaggio del contratto intelligente di Digital Asset. In questo modo, gli ingegneri e gli architetti di sistemi aziendali possono utilizzare il QLDB basato su cloud di Amazon per un archivio immutabile, concentrandosi sulla loro logica applicativa con i contratti intelligenti DAML.

Le aziende devono rimanere agili per competere e prosperare, pur mantenendo elevati standard di sicurezza e verificabilità. Il sestante BTP per DAML con QLDB semplifica l'esecuzione di applicazioni distribuite senza sovraccarico operativo o compromettendo la sicurezza.

Shaul Kfir, co-fondatore e CTO di Digital Asset, comunicato stampa

Poiché i casi d'uso per blockchain basati sul consenso nativo continuano a crescere oltre i servizi finanziari, la catena di approvvigionamento e l'assistenza sanitaria, anche la necessità di infrastrutture facili da distribuire e gestire. In molti casi il sovraccarico finanziario e operativo per la distribuzione e la gestione di uno stack tecnologico completamente nuovo non funziona bene con le proiezioni del costo totale di proprietà (TCO). In questi casi, è molto più facile utilizzare un approccio come combinare QLDB di AWS e DAML dei contratti intelligenti di Digital Asset e arrivare rapidamente sul mercato piuttosto che passare mesi nel limbo dell'avvocato discutendo chi possiede i dati blockchain condivisi e come dovrebbe essere governata una rete blockchain.

Gratuito da Forbes: sii tra i primi a ricevere importanti notizie e informazioni su criptovalute e blockchain con Forbes Crypto Confidential. Iscriviti ora.

Fonte: https://www.forbes.com/sites/biserdimitrov/2020/02/25/no-blockchain-needed-digital-asset-integrates-with-amazon-web-services/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.