L'UE aumenta gli standard di capitale crittografico, la SEC impedisce le quotazioni pubbliche

Le autorità sia dell'UE che degli Stati Uniti hanno limitato le attività delle società a causa dei loro legami con la criptovaluta.

La commissione per gli affari economici del Parlamento europeo approvato l'attuazione definitiva degli accordi di Basilea III oggi, as previsto. Le regole sul capitale globale richiederanno alle banche che detengono criptovalute di portare con sé una quantità "proibitiva" di garanzie per sostenerle. Il membro del comitato Markus Ferber ha affermato che le banche devono "detenere un euro del proprio capitale per ogni euro che detengono in criptovalute". 

L'Unione Europea applicherà nuove regole dal 2025

Tuttavia, l'Associazione per i mercati finanziari in Europa ha espresso preoccupazione per il fatto che la legislazione non includesse alcuna definizione operativa di criptovalute. Di conseguenza, l'ente del settore ha avvertito che potrebbe potenzialmente applicarsi ai titoli tokenizzati. Sebbene la bozza includa diverse divergenze temporanee, dando alle banche più tempo per adeguarsi, le modifiche entreranno in vigore da gennaio 2025.

Gli stati membri dell'Unione Europea hanno già approvato la loro versione della legislazione che potrebbe impedire alle banche di fornire ulteriori servizi di crittografia. Negli Stati Uniti, l'autorità di regolamentazione federale dei titoli è stata prevenire passivamente diverse aziende cripto-affiliate dall'ottenere una quotazione pubblica.

L'anno scorso, diverse società tra cui Circle Internet Financial e eToro Group Ltd. avevano cercato quotazioni in borsa attraverso fusioni con società di acquisizione per scopi speciali. Tuttavia, queste società non sono riuscite a ottenere la necessaria approvazione da parte della Securities and Exchange Commission (SEC), e quindi rimangono nel limbo.

Sebbene la SEC avesse precedentemente approvato Coinbase, gli sconvolgimenti del mercato da allora l'hanno resa molto più coscienziosa riguardo agli elenchi di criptovalute.

Domande eccessive 

Mentre molti società di crittografia contesterebbe l'affermazione della SEC secondo cui la maggior parte delle criptovalute sono titoli, dipendono ancora dalla sua approvazione per le quotazioni pubbliche. Se vogliono che le loro azioni siano disponibili al pubblico, le società devono fare in modo che le loro divulgazioni siano ritenute "efficaci" dalle autorità di regolamentazione.

Ma mentre la SEC ha richiesto a Coinbase di rispondere a tre lettere di domande per ricevere la sua approvazione, ora sta esaminando questi documenti pubblici da quasi un anno o più. Circle aveva trascorso gran parte dell'anno scorso lavorando per rispondere alle oltre 100 domande sollevate dalla SEC.

Sebbene Circle fosse fiducioso che si stesse avvicinando a un verdetto, FTX ha presentato istanza di fallimento l'11 novembre, complicando ulteriormente le cose. Alla fine, è stato costretto a rescindere l'accordo nel dicembre XNUMX.

Disclaimer

BeInCrypto ha contattato la società o l'individuo coinvolto nella storia per ottenere una dichiarazione ufficiale sui recenti sviluppi, ma non ha ancora ricevuto risposta.

Fonte: https://beincrypto.com/eu-and-sec-squeezing-companies-crypto-liabilities/