Firma le dichiarazioni dei redditi IRS sotto pena di spergiuro, non prenderlo alla leggera

Secondo i dati dell'IRS, la maggior parte dei contribuenti statunitensi utilizzava preparatori fiscali pagati. I membri del Congresso approvano le leggi fiscali, ma anche raramente preparano le proprie dichiarazioni. Con oltre la metà di tutte le dichiarazioni dei redditi preparate da qualcun altro, molti contribuenti potrebbero sentirsi tentati nemmeno a farlo guardare al loro ritorno. Sarebbe un grosso errore. Puoi rivendicare di aver firmato senza leggere, ma questo non ti toglierà il gancio per le penalità. Dovresti leggerlo e comprenderlo al meglio delle tue capacità. Dopotutto, devi anche firmarlo sotto sanzioni penali. Questo è importante. Anche una semplice domanda sì o no può essere un passo falso. Hai acquistato o venduto crypto nel 2019? Rispondere alle domande sì o no. Inoltre, può anche influire sulla durata della verifica da parte dell'IRS. Avvocati e commercialisti fiscali sono abituati a monitorare la durata dell'esposizione di audit dei loro clienti, e così dovresti farlo tu. Guarda il calendario fino a quando non sei a corto di audit. Nella maggior parte dei casi, saranno tre o sei anni.

Ma in alcuni casi, anche se hai archiviato e pensato che tutto fosse in ordine, lo statuto delle limitazioni non corre mai. Ad esempio, se non firmi la tua dichiarazione, l'IRS non la considera una dichiarazione dei redditi valida. Ciò significa che i tre anni non potranno mai iniziare a correre. Un altro grande no-no è se si modificano le penalità della lingua spergiuro in basso prima di firmare. Non farlo Se si modifica questa formulazione, può anche significare che la dichiarazione dei redditi non conta. Queste mosse possono sembrare dichiarazioni di manifestanti fiscali, ma alcuni contribuenti ben intenzionati dimenticano di firmare o modificare involontariamente le penalità della formulazione falsa. Alcuni altri contribuenti mancano solo un modulo per finire nel purgatorio dell'audit.

Un esempio di quest'ultimo può sorgere se si dispone di un conto offshore detenuto da una società. Se ne manchi uno, l'IRS può controllarti per sempre. Rivedi sempre il tuo reso prima di presentare la richiesta e avvisa il tuo preparatore del reso di eventuali errori rilevati. Oggi, con l'archiviazione elettronica, è più facile per i contribuenti e i loro preparatori non avere quasi alcuna interazione e ciò può portare a errori. Con l'archiviazione cartacea, almeno il contribuente doveva effettivamente segno il reso prima della spedizione, che ha comportato una certa diligenza.

tu dovrebbero rivedere il reso e il preparatore del reso dovrebbe chiedere il client per verificare che tutte le cifre siano corrette, che le caselle corrette siano selezionate e così via. Con l'archiviazione elettronica, non c'è firma nel tradizionale senso "apporre il tuo John Hancock". Il contribuente deve firmare un modulo di autorizzazione della firma (Formare 8879) che indica che il contribuente ha esaminato la dichiarazione elettronica, è esatto, ecc. Ciò è importante quanto la firma, ma tutto ciò accade prima il reso viene inviato elettronicamente. Potrebbero essere state apportate modifiche dell'ultimo minuto a un reso e, poiché il modulo di autorizzazione è stato firmato giorni prima, il reso finale inviato potrebbe essere significativamente diverso da quello visualizzato dal cliente. Tuttavia, l'archiviazione elettronica conta come firma a tutti gli effetti, quindi fai attenzione.

La legge fiscale esiste dal 1913 e la difesa "Non l'ho letta" di solito non funziona. I tribunali hanno costantemente stabilito che i contribuenti hanno l'obbligo di leggere i loro rendimenti per garantire che tutte le voci di reddito siano incluse. Già nel 1928, i tribunali ritenevano che anche se tutti i dati fossero forniti al preparatore del reso, il contribuente ha ancora il dovere di leggere il reso e assicurarsi che tutte le voci di reddito siano incluse. Vedere Mackay contro Commissario, 11 BTA 569 (1928). Il tribunale fiscale ha anche dichiarato che fare affidamento su un preparatore con informazioni complete sulle attività commerciali di un contribuente non costituisce una difesa per la restituzione di sanzioni se la rapida revisione del contribuente avrebbe rivelato errori. Vedere Metra Chem Corp. contro Commissario, 88 TC 654 (1987). Fai attenzione, controlla l'accuratezza del tuo reso e concedi il tempo di rilevare errori. Ricontrolla per vedere che è tutto lì. Qualunque cosa firmata sotto pena di spergiuro è grave.

Fonte: https://www.forbes.com/sites/robertwood/2020/02/24/sign-irs-tax-returns-under-penalty-of-perjury-dont-take-it-lightly/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.