Utilizzo della valuta digitale per i mercati climatici

I cambiamenti climatici hanno creato un mercato globale in rapida crescita per un prodotto ecologico digitale chiamato crediti di carbonio. attuale stime valorizzare questi mercati del carbonio a oltre $ 100 miliardi all'anno. Un credito di carbonio rappresenta una tonnellata di CO2 ed è collegato agli sforzi per ridurre le emissioni di carbonio che causano i cambiamenti climatici.

I mercati del carbonio sono uno dei migliori strumenti di cui dispongono aziende e responsabili politici per ridurre le emissioni di carbonio, valorizzando una tonnellata di CO2 in modo che i mercati possano mettersi al lavoro creando segnali di prezzo per ridurre le emissioni. Varie iniziative nel corso degli anni hanno creato un mosaico globale di mercati del carbonio che ora stanno cercando di interconnettersi come parte delle Nazioni Unite Accordo di Parigi.

Correlata: Politica verde e consumo di energia crittografica nell'UE

L'accordo di Parigi delle Nazioni Unite sulla lotta ai cambiamenti climatici è stato concordato nel 2015 ed è diventato operativo quest'anno. Uno dei cardini dell'accordo di Parigi è il processo in corso creazione dei mercati del carbonio all'interno e tra i paesi. Tutti questi sistemi interconnessi dovranno fare affidamento sulla contabilità trasparente e accurata delle emissioni di carbonio e delle emissioni di carbonio a livello nazionale e regionale. A livello subnazionale, le aziende dovranno anche rendere conto delle proprie emissioni di carbonio. Non c'è da stupirsi che le soluzioni blockchain siano state discusse pesantemente per rendere operativi l'accordo di Parigi e i futuri mercati del carbonio.

I primi mercati del carbonio sono iniziati nel 2005, ma sono stati utilizzati principalmente da governi e grandi aziende in Europa e negli Stati Uniti, e la maggior parte degli affari è da banco o su scambi regionali centralizzati.

Ci sono stati alcuni gruppi che hanno annunciato progetti in passato per tokenizzare i crediti di carbonio, ma 1PLANET è attualmente il primo a lanciare con un funzionamento Däpp che consente agli utenti di utilizzare immediatamente ERC-20 token per mitigare o "compensare" le loro emissioni di carbonio.

"Combinare un prodotto digitale con un cripto-token digitale ha molto senso. Consideriamo la blockchain e i contratti intelligenti come il futuro dei mercati del carbonio e ci stiamo preparando attraverso lo sviluppo del nostro token e del nostro mercato 1PLANET ", ha dichiarato Jesse Uzzell, CEO di Climate Futures.

Ma un credito di carbonio tokenizzato troverà acquirenti e utenti finali? Un fatto è che i crediti di carbonio erano i i migliori risultati merce in Europa negli ultimi due anni, e ha visto un aumento dei prezzi di oltre il 400% dal 2018. Attualmente, una tonnellata di CO2 nel mercato dell'UE costa circa $ 26. Mentre i prezzi variano, gli economisti negli Stati Uniti e altrove lo sono Chiamando per La CO2 costa tra $ 40 e $ 100 per tonnellata nel arrivo decennio. Inoltre, nel 2021, tutti i voli internazionali saranno coperti da un nuovo programma chiamato Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation, che Incremento domanda di crediti di carbonio ammissibili. Con aziende come Amazon e Microsoft che hanno recentemente annunciato grandi programmi per ridurre le loro emissioni nette di carbonio, sembra che la blockchain abbia un nuovo caso d'uso solido e enormi mercati per contribuire a ridurre le emissioni di carbonio.

Considera l'enorme valore e le catene di fornitura di aziende come Amazon, Apple, BP, Delta e altre balene che hanno recentemente impegnata diventare carbon neutral. Non possono raggiungere la neutralità del carbonio senza utilizzare la compensazione del carbonio (il caso d'uso per i crediti di carbonio) e includono esplicitamente piani di compensazione del carbonio nei loro impegni climatici. Inoltre, non possono controllare tutti i fornitori e gli appaltatori che sono a monte e a valle delle loro operazioni, ma non è inverosimile vedere queste aziende sviluppare strumenti di comunicazione e compensazione delle emissioni di carbonio utilizzando tecnologia blockchain come Hyperledger per tracciare e ridurre le loro emissioni di carbonio come parte delle catene di approvvigionamento.

Questo non è solo per la conformità interna con gli obiettivi aziendali, ma anche perché queste aziende e fornitori lo faranno operare in sempre più paesi con mercati del carbonio nel prossimo decennio o addirittura avere a che fare con tariffe transfrontaliere per il carbonio. Questi mercati emergenti del carbonio sviluppatori sono tutti alla ricerca della tecnologia blockchain per aumentare la trasparenza e l'azione per il clima.

Le opinioni, i pensieri e le opinioni espressi qui sono solo dell'autore e non riflettono o rappresentano necessariamente le opinioni e le opinioni di Cointelegraph.

Oluwatobi Joel è un copywriter freelance con sede negli Stati Uniti, community manager, esperto di blockchain e imprenditore seriale. Ha lavorato con varie startup blockchain come stratega del marketing.


https://cointelegraph.com/news/using-digital-currency-for-climate-markets

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.