Le scorte di crociera non possono mai recuperare dal Coronavirus

  • Le quote delle navi da crociera sono scese di circa l'80% rispetto ai massimi storici. Questi titoli stanno significativamente sottoperformando il mercato, anche quando entriamo nel territorio del mercato orso.
  • Le navi da crociera sono piastre di Petri virtuali per malattie contagiose a causa dei loro spazi stretti.
  • L'industria deve affrontare un incubo di pubbliche relazioni poiché le "navi da crociera del destino" infette presentano alcune delle peggiori densità di infezione al di fuori di Wuhan, in Cina.

Le quote delle navi da crociera stanno drammaticamente sottoperformando il resto del mercato poiché la pandemia di coronavirus invia indici di borsa nel territorio del mercato ribassista.

Le scorte di navi da crociera hanno fatto scendere il mercato con sconcertanti capitolazioni a due cifre. I cari di Wall Street come Royal Caribbean (NYSE: RCL), Carnival Cruises (NYSE: CCL) e Norwegian Cruise Lines (NYSE: NCLH) stanno affondando come pietre mentre i timori del coronavirus colpiscono il cuore di un modello di business un tempo vivace.

Dati di Ycharts

Gli investitori non devono confondere questi ribassi con un'opportunità di acquisto. A meno che i governi non introducano ampi pacchetti di salvataggio per l'industria, il dolore potrebbe essere solo all'inizio. Le azioni da crociera potrebbero non riguadagnare mai le loro vecchie valutazioni.

Crociere internazionali: una cattiva idea in mezzo alla pandemia di Coronavirus

La pandemia di coronavirus si è diffusa dalla Cina per diventare una catastrofe internazionale. Mentre il carico di lavoro globale sale oltre 120,000, i governi di tutto il mondo consigliano alle persone di rimanere a casa e limitare i viaggi non necessari - soprattutto dalla nave da crociera.

Le navi da crociera vengono prese di mira in particolare perché possono essere come "mulini di coronavirus" secondo un esperto giapponese.

Con così tante persone da tutto il mondo stipate in uno spazio relativamente ristretto, le malattie infettive possono diffondersi rapidamente su una nave da crociera. La Diamond Princess, una delle epidemie di navi da crociera di più alto profilo, ha riportato una densità di infezione superiore all'epicentro della pandemia a Wuhan in Cina.

542 dei suoi 3,500 passeggeri hanno avuto l'infezione.

Secondo i dati di John Hopkins, 696 casi di coronavirus sono confermati su navi da crociera. Questo è il decimo numero più alto di infezioni totali in un'area geografica, appena sotto la Norvegia, gli Stati Uniti e la Germania.

Le scorte delle navi da crociera volavano in alto

Prima dell'epidemia di coronavirus, le navi da crociera erano state molto redditizie per gli investitori. Royal Caribbean, uno dei migliori performer nello spazio, ha visto il suo prezzo delle azioni più che raddoppiato nell'ultimo decennio mentre il numero di passeggeri e le entrate sono cresciute a un ritmo costante.

Royal Caribbean ha registrato solide prestazioni nell'ultimo decennio. | Dati di Ycharts

Ora, questi stessi titoli stanno portando il mercato in un territorio inesplorato mentre il coronavirus minaccia di far deragliare l'economia globale.

Norwegian Cruise Lines è stata colpita particolarmente duramente, avendo perso l'80% dell'intera capitalizzazione di mercato nel solo 2020. In confronto, l'indice S&P 500 è in calo di oltre il 26% da inizio anno.

Princess Cruises, una linea di Carnival Cruises, sospenderà le operazioni di tutte e 18 le sue navi a causa della rapida pandemia di coronavirus. Questo annuncio è probabilmente dietro gran parte della debolezza che stiamo vedendo in questi titoli questa settimana.

Il mercato teme che altre linee possano seguire l'esempio di Princess e sospendere le operazioni.

La principessa sembra essere stata colpita in modo insolito dalla malattia.

Due delle sue crociere, la Diamond Princess e la Grand Princess, ha subito gravi focolai di coronavirus a bordo. Jan Swartz, CEO della società, è confusa quanto chiunque sul motivo per cui la sua azienda è così colpita.

Dichiara quanto segue su YouTube:

Ci è stato chiesto, e ci siamo chiesti, perché COVID-19 sembra avere un impatto così forte su Princess. Non lo sappiamo davvero

Jan, forse è perché stipare oltre 3,000 persone in uno spazio stretto durante una pandemia virale è una cattiva idea? Princess Cruise ha preso la decisione giusta. Spetta ad altre compagnie di crociera seguire la loro guida prima di fare il prossimo titolo.

L'industria potrà mai recuperare?

Come tutte le pandemie, il coronavirus alla fine svanirà. Ma le cicatrici che lascia sul settore delle crociere impiegheranno molto tempo a guarire. Questo è stato un incubo di pubbliche relazioni per le navi da crociera. A differenza delle compagnie aeree, che forniscono un servizio necessario, le crociere sono altamente discrezionali. Questi sono acquisti di cui le persone possono fare a meno.

Basta una persona infetta per trasformare una nave da crociera in una capsula di Petri virale. Con le persone sempre più consapevoli dei pericoli delle malattie infettive, ciò potrebbe essere sufficiente per sopprimere le valutazioni delle navi da crociera per gli anni a venire, anche se il numero di passeggeri riprenderà.

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo rappresenta l'opinione dell'autore e non deve essere considerato un consiglio di investimento o commerciale di CCN.com.

Questo articolo è stato modificato da Sam Bourgi.

Ultima modifica: 13 marzo 2020 1:11 UTC

Fonte: https://www.ccn.com/cruise-stocks-may-never-recover-from-the-coronavirus/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.