Crash nel prezzo di Ethereum invia l'ecosistema DeFi in disordine

Come coperto da Blockonomi per tutta questa settimana, Bitcoin, Ethereume il resto del mercato di crittografia non sono andati bene negli ultimi giorni; i prezzi delle risorse digitali hanno perso quasi il 50% su tutta la linea.

Non sorprende che si sia trattato di uno stress test per l'ecosistema della finanza decentralizzata (DeFi), poiché questo è stato uno dei giorni peggiori del mercato crittografico di sempre.

Sfortunatamente, sembra che DeFi o almeno alcune sfaccettature dell'ecosistema abbiano fallito il test, sgretolandosi sotto la pressione del prezzo dell'ETH che è sceso del 50% in un giorno per rimbalzare solo del 40%, il tutto in un giorno.

Quello che è successo?

Mentre effettivamente tutti gli occhi erano puntati su Bitcoin ieri a causa delle rapide oscillazioni dei prezzi, alla fine si è saputo su Twitter che DeFi, a causa della volatilità del mercato, era stato sottoposto a forti pressioni.

MakerDAO, un protocollo basato su Ethereum che costituisce lo stablecoin DAI e consente agli utenti di ottenere prestiti nello stablecoin collateralizzando ETH e altri token in modo decentralizzato, ha riflettuto su un arresto mentre venivano liquidati milioni di dollari di prestiti.

Ciò che è presumibilmente accaduto è stato a causa del grande ritracciamento del prezzo delle attività di garanzia, alcuni prestiti, noti come posizioni di debito collateralizzate (CDP), sono stati costretti alla liquidazione per proteggere il sistema.

Il problema, secondo Imprenditore di Ethereum Marc Zeller, è stato riscontrato un problema con il sistema di acquisizione dei prezzi degli utenti Maker, mentre il prezzo indicato dall'oracolo non era in linea con prezzo di mercato di ETH.

Secondo ulteriore analisi da parte di Arcane Assets CIO Eric Wall, un utente è riuscito a sfruttare questa discrepanza per ritirare una grande quantità di criptovaluta dall'ecosistema senza pagare le proprie quote, il che significa che c'era una somma di DAI che non era interamente collateralizzata.

La situazione sta cambiando rapidamente, ma MakerDAO sta presumibilmente pianificando di mettere all'asta alcuni dei suoi token nativi, MKR, tenendo anche una chiamata e un forum della comunità per capire quali sono i prossimi passi per la piattaforma.

Non è chiaro quanti protocolli DeFi siano stati interessati.

Abbiamo bisogno di interruttori, dicono alcuni

Molti, ovviamente, sono stati preoccupati per il futuro di DeFi dopo quello che sembrava essere il giorno peggiore della storia delle criptovalute; Tushar Jain, Managing Partner di Multicoin Capital, ha scritto in risposta a un commento del CEO di ShapeShift Erik Voorhees di essere “preoccupato che DeFi non possa essere sostenibile se l'intero ecosistema potesse essere liquidato in meno di 24 ore. Oggi è stato un vero rischio. "

Ha spiegato nel suo thread sulla situazione che ciò dimostra come il mercato indirizzabile di DeFi sia molto più piccolo di quanto non sia in realtà, poiché l'intero mercato che collassa in un giorno mostra come la criptovaluta non sia pronta per l'adozione.

Tuur Demeester di Adamant Capital ha preso la situazione più alla leggera, scherzando sul fatto che DeFi è diventato "DeFault".

In ogni caso, questo è uno dei tanti scandali DeFi che hanno avuto luogo negli ultimi mesi. Come riportato da Blockonomi in precedenza, Gli utenti di Ethereum sono riusciti a guadagnare quasi $ 1 milione in totale sfruttando una certa funzionalità difettosa nel protocollo DeFi bZx.

Non è ancora chiaro se queste situazioni siano dolori crescenti o un segno di problemi radicati nel mettere le applicazioni finanziarie in un sistema decentralizzato.

1,801


Fonte: https://blockonomi.com/crash-ethereum-price-defi-disarray/

Lascia un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.