Le commissioni TX più alte di Ethereum non sono una flessione rialzista

Il 22 giugno, Eric Conner, un famoso sostenitore di Ethereum, tweeted il seguente e rivelato ai suoi migliaia di seguaci,

"Per 16 giorni consecutivi, gli utenti di Ethereum hanno pagato di più per utilizzare la rete rispetto agli utenti Bitcoin."

Immagine

Fonte: Twitter

Avanti veloce al 30 giugno, questo è stato esteso a 24 giorni, con la piattaforma di analisi Glassnode rivelando che le commissioni di Ethereum hanno continuato a superare Bitcoin per 3 settimane di seguito. È interessante notare che l'ultima volta che le commissioni di Ethereum sono state più elevate di quelle di Bitcoin per una serie di giorni consecutivi è tornata a maggio 2018.

Due anni fa, ETH gli utenti sarebbero entusiasti di questo sviluppo sui social media. Ora, sebbene superficialmente sembrerebbe essere un segno rialzista poiché commissioni di transazione più elevate indicano indirettamente che la blockchain di Ethereum viene utilizzata più di quella di Bitcoin, ciò potrebbe non essere il caso nella realtà.

Come è stato segnalati in precedenza, la maggior parte delle commissioni di transazione su Ethereum veniva utilizzata per "altri contratti" che non utilizzavano ERC20 o standard ERC721, il che significa che Ether non viene quasi mai utilizzato. Solo il 10.7 percento delle commissioni totali è stato speso per le transazioni effettive tra possibili utenti nel 2020, che tecnicamente non è un buon colore su Ethereum.

Inoltre, a recente l'analisi ha rivelato che rispetto alle commissioni medie per categoria, le più costose erano le transazioni ETH a valore zero inviate tra vari EOA ETH (indirizzi di proprietà esterna). Il rapporto ha aggiunto,

"Mentre è comune avere transazioni ETH a valore zero quando si chiamano contratti intelligenti, sorge la domanda sul perché qualcuno dovrebbe avviare transazioni su conti di proprietà esterni che non trasferiscono alcun valore."

Ora, alcune delle possibilità erano il riciclaggio di denaro e la prova della proprietà dell'indirizzo, ma in realtà non richiedevano commissioni più elevate.

La ricerca si è concentrata su possibili transazioni effettuate per annullare le transazioni precedenti poiché richiedevano commissioni significativamente più elevate per stabilire le priorità e rendere non valida una transazione precedente.

Ethereum può ancora vantarsi delle sue statistiche sulle commissioni di transazione più elevate?

Se viene analizzato il mercato attuale, è corretto affermare che transazioni più elevate ripetono un uso maggiore della blockchain. Tuttavia, questo non è un segno del tuo cripto-asset nativo utilizzato ancora più di quanto non sia già.

Ethereum potrebbe fiorire, ma lo stesso non è stato il caso di Ether e l'aumento delle commissioni di transazione non presenta alcun segno rialzista per il futuro di ETH. Questa osservazione trae in comune il fatto che qualsiasi tipo di crescita non significa che abbia implicazioni rialziste, proprio come qualsiasi pubblicità non è esattamente "buona" pubblicità.

Il tuo feedback è importante per noi!

Fonte: https://ita.ambcrypto.com/ethereums-higher-tx-fees-not-a-bullish-flex